Il Casolare

Ca Lumacheto è una casa di campagna, un casolare, lungo la statale 67 che unisce Ravenna e Firenze.  La casa ospita fino a 4 persone ed è ideale per coppie o famiglie.

I locali sono curati ma informali e gli spazi esterni accolgono chi vuole gustare un caffè all’aperto incontrando qualcuno di casa mentre va a tagliare l’erba o potare gli ulivi.

La casa non offre solo una camera, ma ampia sala, cucina, salottino esterno, bagno indipendente e ampio giardino.

Chicca di Lumacheto è il camino per le serate di inverno. Si può acquistare la legna su prenotazione.

Come Arrivare

Il “Come Arrivare” a Ca Lumacheto è semplice.

Ca Lumacheto è nell’Appennino forlivese al confine tra Emilia Romagna e Toscana.

Arrivando da direzione nord, uscire dall’A-14 al casello di Forlì e seguire le indicazioni per Firenze. Proseguire lungo la statale 67 per circa 25 km, attraversando gli abitati di Castrocaro e Dovadola. Ca Lumacheto è tre chilometri dopo Dovadola, sulla destra della strada in corrispondenza del mobilificio Ginestri.

Arrivando da direzione sud, scendere dal Passo del Muraglione e attraversare gli abitati di San Bendetto, Bocconi, Portico di Romagna e Rocca San Casciano. Ca Lumacheto è tre chilometri dopo Rocca San Casciano, sulla sinistra in corrispondenza del mobilificio Ginestri.

La nostra storia

Più di un secolo di storia familiare

Le origini

Ca’ Lumacheto è un podere di circa 20 ettari di proprietà della famiglia dalla metà del 1800 quando fu acquisito dal nonno dell’attuale proprietaria Oriana. Il terreno garantì ai suoi primi ospiti un regime di autosufficienza quasi totale, grazie a piccole forme di allevamento, alla caccia e a uno sfruttamento intensivo dei terreni coltivabili, ricavati anche su superfici molto scoscese.

Il Secondo Dopoguerra

Ca’ Lumacheto non si affida più interamente alla terra. In linea con il generale spopolamento delle alte valli appenniniche, la nuova generazione seguì vie estranee all’agricoltura, senza, tuttavia, abbandonare mai la collina: fu in questo periodo, all’incirca negli anni Sessanta e Settanta del Novecento, che, a fianco dell’abitazione principale, furono costruiti capannoni per l’allevamento industriale di pollame su piccola scala.

Gli Anni Ottanta e Novanta

Ca’ Lumacheto prende la via dell’artiginato. I capannoni divennero poi la sede di attività artigianali legate allo stabilimento Poligrafico Cappelli di Rocca San Casciano. La rinnovata vitalità economica garantita da quell’attività consentì di investire nell’ammodernamento delle strade poderali e delle abitazioni.

Oggi

Ca’ Lumacheto riscopre la terra e apre al turismo. I proprietari hanno ripreso per consumo personale la coltivazione di ortaggi, frutta e ulivi, mentre i figli, con la scelta di aprire il Bed&Breakfast, hanno imboccato la via del turismo, tentando di portare a Lumacheto i modelli di ospitalità informale ed economica nel mondo.

Dettagli Speciali

L’uliveto

Sulla collina di Lumacheto, trova riparo un uliveto con oltre cento piante. Tra queste, sono presenti anche alcuni alberi del celebre Brisighello, la varietà di ulivo che dà l’olio più pregiato di Romagna. L’uliveto è raggiungibile a piedi con una passeggiata in salita di alcune centinaia di metri. Il campo che ospita gli ulivi è …

Contatti

Informazioni e prenotazioni

Se hai bisogno di informazioni per conoscere Lumacheto o venire a farci visita, scrivi qui il tuo messaggio. Ti risponderemo al più presto!