La nostra storia

Più di un secolo di storia familiare

Le origini

Ca’ Lumacheto è un podere di circa 20 ettari di proprietà della famiglia dalla metà del 1800 quando fu acquisito dal nonno dell’attuale proprietaria Oriana. Il terreno garantì ai suoi primi ospiti un regime di autosufficienza quasi totale, grazie a piccole forme di allevamento, alla caccia e a uno sfruttamento intensivo dei terreni coltivabili, ricavati anche su superfici molto scoscese.

Il Secondo Dopoguerra

Ca’ Lumacheto non si affida più interamente alla terra. In linea con il generale spopolamento delle alte valli appenniniche, la nuova generazione seguì vie estranee all’agricoltura, senza, tuttavia, abbandonare mai la collina: fu in questo periodo, all’incirca negli anni Sessanta e Settanta del Novecento, che, a fianco dell’abitazione principale, furono costruiti capannoni per l’allevamento industriale di pollame su piccola scala.

Gli Anni Ottanta e Novanta

Ca’ Lumacheto prende la via dell’artiginato. I capannoni divennero poi la sede di attività artigianali legate allo stabilimento Poligrafico Cappelli di Rocca San Casciano. La rinnovata vitalità economica garantita da quell’attività consentì di investire nell’ammodernamento delle strade poderali e delle abitazioni.

Oggi

Ca’ Lumacheto riscopre la terra e apre al turismo. I proprietari hanno ripreso per consumo personale la coltivazione di ortaggi, frutta e ulivi, mentre i figli, con la scelta di aprire il Bed&Breakfast, hanno imboccato la via del turismo, tentando di portare a Lumacheto i modelli di ospitalità informale ed economica nel mondo.